Quali sono i consumi di un bollitore elettrico?

  • Brita Filtri per Acqua MAXTRA+ Pack 6, 6 Mesi di Filtrazione
    Per acqua filtrata Brita buona da bere ed eco-friendly: riduci la plastica monouso e cambia il mondo, un sorso alla volta Riduce cloro (minimo 80%), calcare (minimo 80%), metalli come piombo (minimo 90%) e rame (minimo 80%) Mezzi filtranti al suo interno: carboni attivi di origine naturale, resine a scambio ionico ed una maglia filtrante Dura 4 settimane: il dispositivo posto sul coperchio della caraffa ti ricorda quando sostituirlo Compatibili con tutte le caraffe filtranti Brita
  • H.Koenig BO12 Bollitore, Spegnimento automatico, Acciaio Inox, Base di rotazione a 360°, 1,2L, 1630W
    Bollitore con corpo in accaio inox Potenza: 1630 w Spegnimento automatico – interruttore di accensione e spegnimento Indicatore del livello dell'acqua – indicatore luminoso di funzionamento Temperatura massima dell'acqua 100 Capacitá di 1.2 l Base giratoria di 360 °

Potenza e consumo sono due fattori molto importanti nella scelta di un elettrodomestico. Ovviamente il bollitore elettrico non è da meno! Per fortuna, il mercato come sempre offre molti modelli di diverso tipo.

Potenza e consumi

Anche per i bollitori, come tutti gli elettrodomestici, la potenza viene espressa in watt. Ovviamente essa varia in base anche alla fascia di prezzo del prodotto. Un modello economico e di base, infatti, si aggira intorno ai 1000 watt. Ciò si traduce in una bollitura comunque efficace, ma che richiederà più tempo.

Spostandosi su una fascia di prezzo media, invece, le potenze vanno dai 1300 ai 1700 watt circa. In questo caso i tempi di bollitura sono quasi dimezzati, quindi si tratta di alternative molto comode per far bollire grandi quantità di acqua.

Infine i bollitori top di gamma hanno una potenza di 2000 o addirittura 2500 watt.  Qualunque modello tu scelta, in ogni caso, la sua influenza sulla tua bolletta elettrica sarà quasi inesistente. Ovviamente è impossibile quantificare con certezza i consumi di ogni modello, opiche tutto dipende dall’uso personale.

Per tagliare ulteriormente gli sprechi ed i consumi, puoi usufruire di alcune funzionalità di alcuni modelli. È il caso dell’indicatore di tazza, che permette di far bollire solo la quantità d’acqua necessaria per un’unica persona.

Ovviamente un modello con spegnimento automatico tenderà a sprecare meno, ma una parte di energia verrà comunque usata per mantenere l’acqua in caldo per diverso tempo anche dopo il processo di bollitura.

A differenza del classico metodo che prevede di bollire dell’acqua utilizzando i fornelli ed un pentolino, va comunque sottolineata la convenienza del bollitore elettrico. A lungo andare, soprattutto in caso di usi frequenti se non addirittura quotidiano, questo elettrodomestico può davvero tagliare i consumi di elettricità o di gas!

 

Il bollitore elettrico è sicuramente uno degli elettrodomestici dai consumi più limitati tra quelli presenti nella tua cucina. Controlla i watt di ogni modello, e scegliere diventerà subito più facile!

Leggi anche: Come scegliere un buon tablet – L’Hardware